Stile Chen

  • Stampa

STILE CHEN


Tra tutti gli stili di Taiji Quan (o per lo meno fra i cinque stili ufficiali) lo stile Chen è sicuramente il più antico.  Le sue origini risalgono agli inizi del 1600  e si è sviluppato nella regione dello Henan presso il villaggio della famiglia Chen, situato non molto distante dal luogo in cui si trova ancora oggi il monastero dello Shaolin del nord della Cina.

Fra gli stili ufficiali è sicuramente quello più marziale, tanto che in molti lo ritengono più simile al Kung Fu che non agli altri stili di Taiji Quan (sebbene in Cina, a ragione, il Tai Chi venga considerato semplicemente una forma "interna" di Kung Fu e non qualcosa di molto diverso, come spesso avviene in Italia e in tutto l'occidente, fermandosi all'aspetto salutistico, senza considerare minimamente quello marziale e l'uso esplosivo dell'energia).

Ciò è dovuto in particolar modo al fatto che la sua esecuzione non è costante, in quanto alterna fasi lente e morbide a improvvise esplosioni di potenza con movimenti velocissimi e scattanti.

Da un punto di vista energetico lavora prevalentemente sui movimenti a spirale e su torsioni e avvitamenti di tutto il corpo. Famoso a questo proposito è l'esercizio del Chang Tze Jin ("arrotolare e srotolare il bozzolo di seta), nel quale si imparano i movimenti fondamentali di bacino, gambe e braccia dello stile Chen.